Bullismo e Cyberbullismo

Pagina dedicata alle iniziative dell’Istituto nella lotta contro il bullismo e il cyberbullismo.

  • Legge 29 maggio 2017 n. 71
    Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo.
  • Linee Guida Nazionali
    (art. 1 comma 16 L. 107/2015)
    Educare al rispetto: per la parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione.

VADEMECUM PER I GENITORI

La prevenzione e la gestione del fenomeno sommerso del bullismo e del cyberbullismo richiede la sinergia di tutte le agenzie educative coinvolte, ognuna in relazione alla propria sfera di competenza.
Per questo motivo l’Istituto Comprensivo 2 di Rovigo ha elaborato un progetto triennale che coinvolge genitori, docenti, personale non docente, dirigente scolastico e dal quale è scaturito il presente Vademecum.
Esso è rivolto alle famiglie perché possano individuare precocemente i segnali, i comportamenti e i tratti di personalità sia dei ragazzi presi di mira sia dei ragazzi prevaricatori.
Se può essere talvolta difficile riconoscere i segnali di allarme che provengono dalle vittime del bullismo e ancor più del cyberbullismo (complice il sentimento di vergogna del figlio), i comportamenti del bullo o del cyberbullo sono ancor più difficili da individuare: infatti il prevaricatore tende a non parlare di ciò che fa con gli adulti, a negare e a sminuire i suoi comportamenti, trovando giustificazioni e dando la colpa agli altri.
Verranno presentate di seguito alcune linee guida per sostenere i genitori nell’osservazione dei propri figli e nelle azioni da intraprendere per prevenire e per gestire il problema; verranno forniti alcuni consigli per difendere i figli dai rischi legati alle nuove tecnologie e saranno segnalati alcuni siti e numeri utili.

Scarica il vademecum QUI

SITO DI RIFERIMENTO

Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo – 7 febbraio 2020

Nell’ambito del Piano Nazionale contro il bullismo venerdì 7 febbraio 2020 si è svolta la Giornata nazionale contro il bullismo e il cyber bullismo, un’iniziativa voluta dal Miur quattro anni fa e molte sono state le attività che sono state messe in atto nei nostri plessi per riflettere su questi fenomeni per dire no al bullismo e sì alla costruzione di autentiche relazioni solidali.
I piccoli alunni della scuola dell’infanzia “Principe di Napoli” lo hanno fatto imprimendo tante manine blu (il colore simbolo di questa giornata) su un cartellone.
Gli alunni della scuola primaria di Mardimago “Dell’Amicizia” hanno raccolto in una scatola i disegni e le riflessioni elaborate durante la settimana e hanno appeso al cancello della scuola un cartellone.
Anche gli alunni della scuola primaria Miani si sono dedicati alla creazione di cartelloni per esprimere la loro disapprovazione in merito ai comportamenti prepotenti e scorretti che i bulli mettono in atto a danno dei più deboli.
Gli alunni e le maestre della scuola primaria “Donatoni” hanno gridato No al bullismo! attraverso un canto rap.
I nodi blu erano attaccati ai vestiti di tutti gli alunni delle scuole medie “Venezze” e “Parenzo” e proprio una loro piccola rappresentanza si è recata nell’ufficio comunale della città per consegnare al Sindaco prof. Gaffeo il simbolo di questa giornata come segno di una alleanza educativa che unisce scuola, famiglia ed istituzioni.